Antananarivo

Capitale del Madagascar nella quale abbiamo il nostro quartier generale.

La città è adagiata sul fianco di una lunga e stretta cresta rocciosa che si estende a nord e a sud per circa 4 km. Antananarivo è posta a circa 1275 m sopra il livello del mare e domina su una pianura molto fertile.

È situata a 145 km dalla costa orientale e 215 km a ovest-sud-ovest di Toamasina, il principale porto dell’isola. La città è attraversata dai fiumi Ikopa e Betsiboka ed ospita il palazzo che fu la residenza della regina Ranavalona II.

Antananarivo si trova dove in passato era situata la città di Analamanga, che nel dialetto malgascio degli Altopiani Centrali del Madagascar significa “foresta blu”. Analamanga fu fondata da una comunità di Vazimba, i primi abitanti dell’isola. Secondo la tradizione orale il re di Merina (Madagascar) Andrianjaka conquistò la città nel 1610 con una guarnigione di mille uomini per presidiarla e renderla la nuova capitale del regno.

Analamanga mantenne il suo nome fino al regno di Andriamasinavalona, che la rinominò Antananarivo (“Città dei mille guerrieri”) in onore dei soldati di Andrianjaka.

È il più importante nodo di comunicazione della nazione a livello stradale, ferroviario e aeroportuale.

Antananarivo è collegata al resto del paese da alcune delle più importanti strade nazionali quali la RN 1, che la collega a Analavory a ovest, la RN 2, che la collega a Toamasina a est, la RN 3, che arriva sino al Lago Alaotra a nord-est, la RN 4, che la collega a Mahajanga a nord-ovest e la RN 7, lunga 980 km, che la collega a Toliara a sud-ovest.

L’aeroporto di Antananarivo-Ivato è lo scalo maggiore dell’isola, e funge da hub per la compagnia di bandiera Air Madagascar.